“Le mani di Budrio”

“Abbiamo bisogno di contadini, di poeti, di gente che sa fare il pane, di gente che ama gli alberi e riconosce il vento.”
(“Geografia commossa dell’Italia interna”, Franco Arminio)

Verrà inaugurata il 13 maggio alle ore 17:00, presso LE TORRI DELL’ACQUA di Budrio, la mostra di Anna Magli “Le mani di Budrio”, promossa da Confartigianato, dall’ Associazione Culturale Diciottoetrenta e patrocinata dal Comune di Budrio.

Molto spesso gli artigiani lavorano chiusi nelle botteghe e noi li conosciamo solo per le loro opere, quelle che abitano la nostra quotidianità.
Vorremmo che questi volti, e soprattutto queste mani, uscissero dalle officine, dai negozi, dai laboratori e si mostrassero in tutta la loro bellezza.
Nell’orgoglio di una cultura artigiana che combina passato e futuro, tradizione e innovazione, sviluppo economico e occupazione.

La mostra “Le mani di Budrio” vuole celebrare questa nuova tendenza, con uno sguardo alle nuove e vecchie generazioni. L’occhio del fotografo ha voluto riprenderne lo strumento principale di questo mestiere, le mani, nel momento in cui costruiscono, realizzano, creano.
Mani sporche, impastate, ruvide e vissute. Mani che fanno meraviglie.
Ma non solo, dietro queste mani ci sono volti che trasmettono energia creativa, competenza e impegno: eredi e custodi di una tradizione centenaria. Fieri, con i loro ferri del mestiere impugnati come una sfida alla tecnologia più esasperata, tramettono all’obiettivo la consapevolezza del loro valore, l’orgoglio di una professione che è soprattutto passione.

La mostra rimarrà esposta fino al 31 maggio.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on TumblrShare on Google+Share on RedditEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *